Per Derby della Mole e “magia nera” si intende la strabiliante capacità che ha la Juventus di conquistarsi ripetutamente la vittoria in occasione dei match disputati con la squadra attualmente allenata da Davide Nicola. Si tratta infatti della sfida cittadina più sbilanciata del campionato italiano con 72 vittorie bianconere contro i 35 successi granata e i 43 pareggi.


L’ultima vittoria
del Torino Fc risale, infatti, addirittura a ben 6 anni fa, per essere più precisi alla stagione 2014-2015. Quei tre punti vennero ottenuti con il risultato di 2-1 impreziosito dai gol granata di Matteo Darmian (attuale difensore dell’Inter) e Fabio Quagliarella (attuale capitano della Sampdoria), questi dopo la rete di Andrea Pirlo, attuale allenatore della Juventus.

In seguito a quel successo però la Juventus ha continuato con la sua magia (bianco)nera, aggiudicandosi una lunga imbattibilità contro i granata. Sorge dunque spontaneo il dubbio su quale sia la debolezza che vive nell’animo del Torino. Non è sicuramente un tabù il fatto che ci sia sempre stata una forte rivalità tra le due squadre, questo come la certezza che la Vecchia Signora sia una squadra al momento nettamente più forte. Forse però il punto debole dei granata è rappresentato dal fatto di non essere riusciti a superare l’incubo della Tragedia di Superga, incidente aereo avvenuto nel maggio del 1949 il quale portò via con sé i giocatori e i membri dello staff del Grande Torino; purtroppo quella squadra indimenticabile capace di ottenere un numero incredibile di vittorie, non è più tornata.

Il Grande Torino era invidiato da tutti: forte, al pari delle sue avversarie, pluricampione d’Italia, una squadra che non temeva nessuno… si dice che “Solo il fato li vinse ”.
Se quella squadra si era aggiudicata il primo posto e il derby più volte, negli ultimi vent’anni sono invece cambiate diverse cose: presidenti, allenatori, giocatori, insomma il Toro è cambiato ed ha avuto inizio la magia nera della Juventus.

Negli ultimi anni, infatti, il Torino non ha mai superato il 9º posto in classifica, questo fatta eccezione per la stagione 2018-2019. In quell’annata infatti la squadra guidata dall’allenatore toscano Walter Mazzarri si era classificata settima aggiudicandosi, grazie all’esclusione del Milan dalla seconda competizione continentale per aver violato le norme del fair play finanziario, l’accesso al secondo turno di qualificazione dell’Europa League.

Dopo quella sorprendente stagione, il Torino ha però abbandonato la corsa. Il 2020, inoltre, non ha risparmiato la squadra granata che, dopo un brutto inizio con l’allenatore Marco Giampaolo, si trova attualmente con soli 23 punti al quartultimo posto agli ordini di Davide Nicola.

Anche quest’anno oltretutto l’andata del derby, disputatasi il 5 dicembre presso l’Allianz Stadium, non è andata come i tifosi granata speravano: nonostante il vantaggio ospite al 9’ minuto per merito del difensore Nicolas Nkoulou ed un eccellente primo tempo, la Juventus si è aggiudicata prima il pareggio al 77’ grazie alla rete di Weston McKennie e, in conclusione, probabilmente grazie alla sua costante “magia nera”, anche il vantaggio, arrivato all’89’ con Bonucci. La Juventus  in questo modo, con il risultato di 2-1, ha ottenuto la 73esima vittoria in un derby della Mole.

Riusciranno i granata a rimanere in Serie A conquistandosi inoltre i tanto attesi tre punti nel derby? Lo scopriremo sabato 3 aprile su Dazn alle ore 18.

Tempo di lettura stimato: 2 min. 20  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.